Buon 2015 dal Presidente Anpas Fabrizio Pregliasco

Cari Amici

fabriziopregliascoGli auguri che quest'anno ci scambiamo sono un ideale continuazione del percorso che ci ha visto impegnati nel corso dell'anno che stà per finire culminati nel 52 Congresso Nazionale e di cui abbiamo traccia nel nostro sito web www.anpas.org e sui nostri social network.

Quella di ANPAS è una storia lunga ed interessante che non è solo il ricordo del passato, ma soprattutto la base per nuovi stimoli e per nuovo entusiasmo. 

Io spero che tra tutti noi volontari, dirigenti di Pubbliche Assistenze venga riconosciuta l’importanza di essere parte di una rete di volontariato che è una peculiarità della nostra Italia.

Io spero che in ogni nostra Pubblica Assistenza si possano percepire i valori di riferimento di ANPAS: uguaglianza, fraternità e libertà. Sono questi tre valori a caratterizzare l’identità di un’associazione che si riconosce nel nostro Movimento e a tradursi attraverso la partecipazione sociale in un più completo e complesso sistema etico. Laicità, democrazia, gratuità, universalità, mutualità e volontariato distinguono l’agire delle associate ad ANPAS e traducono nel quotidiano i suoi valori fondamentali: ognuno di essi preso singolarmente ha un valore etico e morale insostituibile per un’associazione di volontariato ma solo se interpretato insieme con gli altri dà il senso di cosa è ANPAS. I valori sono trasversali all’intero Movimento e rappresentano il “filo rosso” che unisce e che permette di conoscersi e di riconoscersi.

Oggi è utile ricordare e ricordarci che le Pubbliche Assistenze sono nate in gravi condizioni di bisogni sanitari e sociali, senza che il settore pubblico vi fosse e svolgesse un ruolo in questi ambiti. Le Pubbliche assistenze, quindi, non sono state supplenti dello Stato, ma l’hanno anticipato. Questo è ciò cui oggi siamo ancora chiamati.

Per farlo, abbiamo bisogno di stabilire la prospettiva in cui vogliamo inquadrare il nostro lavoro e il nostro pensiero nei prossimi mesi e anni, tenendo conto della situazione attuale di crisi e delle possibilità che ci pone di fronte, ma anche del sistema di regole in cui siamo inseriti e che possiamo – e forse dobbiamo – contribuire a riscrivere nell’ottica di un benessere generale che ci sta a cuore e che cerchiamo di perseguire.

Un abbraccio fraterno a tutti i Volontari e specialmente alle Nostre famiglie che ci sopportano e ci permettono di fare quello che ci piace, che ci fa star bene e che sopratutto crediamo sia utile alle nostre comunità e alla nostra bella Italia!

Anche quest'anno è passato, tra gioie e dolori, ma è comunque andato. Il desiderio è sempre lo stesso di tutti gli anni e, con la speranza nel cuore, aspetto il 2015... e che sia migliore!

Fabrizio Pregliasco

 

 

Chi è Fabrizio Pregliasco

Nato a Milano l'11 novembre 1959 volontario e dal 1981 a tutt’oggi Presidente della Pubblica Assitenza Rho Soccorso (MI). Vicepresidente di SAMI (Samaritan International) rete europea di associazioni di volontariato a cui Anpas aderisce. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Universita' degli Studi di Milano nel 1986 con lode, ha conseguito successivamente la Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva (1990) e la Specializzazione in Tossicologia (1994).Dal 1991 a tutt’oggi Ricercatore Universitario per la Disciplina Igiene Generale ed Applicata presso il Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell'Universita' degli Studi di Milano. Sovrintendente Sanitario IRCCS Galeazzi di Milano.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sei qui: Home News ...altre notizie Buon 2015 dal Presidente Anpas Fabrizio Pregliasco